giovedì 11 febbraio 2016

Recensione LA NAVE DI TESEO di Straka



Ciao a tutti!!! Oggi vorrei farvi la recensione di un libro molto famoso e bramato dai lettori ma che non ha soddisfatto al 100% le mie aspettative.
Odio dover fare questa recensione non proprio positiva perchè è il regalo che mi ha fatto mio fratello e mi spiace averlo preso alla leggera ma lo rileggerò, non appena sarò in vacanza e avrò più tempo da dedicargli perchè, a parte quello che leggerete sotto, per me merita!!
Proprio in questi giorni ho portato a termine

LA NAVE DI TESEO

di V.M. Straka




Titolo: LA NAVE DI TESEO
Autori:  J. J. Abrams e Doug Dorst
Edizione: Rizzoli


TRAMA
Un libro, due lettori, un mondo di pericolo e desiderio... Una giovane bibliotecaria trova per caso un libro lasciato fuori posto da uno sconosciuto: un lettore intrigato, rapito dalla storia e dal suo misterioso autore, come rivelano le note che ha appuntato a margine. Lei gli risponderà con note di suo pugno, dando inizio a un singolare dialogo che li condurrà insieme in un mondo sconosciuto. Il libro: La nave di Teseo, l'ultimo, discusso romanzo di V.M. Straka - autore prolifico quanto enigmatico - nel quale un uomo senza passato viene rapito e imbarcato a forza su una strana nave dal terrificante equipaggio e lanciato verso i pericoli di una missione ignota. L'autore: Straka, oscuro e discusso protagonista di uno dei più grandi misteri del mondo; rivoluzionario di cui nulla si conosce se non le parole che ha scritto e le teorie elaborate sul suo conto. I lettori: Eric e Jennifer, un ricercatore e una studentessa indietro con gli esami, entrambi chiamati a scelte cruciali per capire chi sono e che cosa vogliono diventare, e quanto saranno in grado di mettere le proprie passioni, ferite, paure l'uno nelle mani dell'altro. "S." ideato, concepito, realizzato dal regista J.J. Abrams e scritto dal romanziere Doug Dorst, è il diario di due persone che si incontrano tra i margini di un libro per ritrovarsi invischiate in una lotta mortale tra forze sconosciute: un viaggio nell'universo della parola scritta che risucchierà i suoi lettori in una rischiosa spirale..


RECENSIONE
E' molto ma molto difficile parlarvi di questo libro infatti non sarà facile scrivere una recensione.
La mia posizione riguardo a questo libro è molto strana nel senso che dal lato estetico gli posso dare il massimo dei voti, è un capolavoro!!! Dal lato del romanzo invece mi ha lasciata un pò a desiderare ma vi spiego meglio nelle prossime righe.
La Nave di Teseo è un romanzo che narra più storie contemporaneamente: il romanzo di S e della nave (S è il protagonista del racconto), la storia tra Jen e Eric che sono i due lettori che si scambiano note e dialogano nei bordi delle pagine.
Il libro esteticamente assomiglia ad un vecchio libro di biblioteca: pagine ingiallite, l'odore di carta vecchia, macchie, ecc.. ed è proprio il libro che si scambiano i due ragazzi per sentirsi.
Qui l'idea degli autori è stata veramente originale!! Eric è un ricercatore universitario ed è alla ricerca dell'identità dell'autore del libro (non quello vero) V.M.Straka. Jen è una studentessa universitaria e lo aiuterà nella ricerca ma, pian piano, tra i due nascerà qualcosa :-)
Ovviamente la ricerca non è per niente facile e ci sarà qualcuno che si intrometterà e metterà i bastoni tra le ruote.
Posso dirvi che la "pecca" che ho riscontrato è il non capirci quasi niente nei dialoghi tra i due ragazzi: tanti nomi, nomi strani soprattutto...troppi avvenimenti....che mi hanno mandata in confusione. 
Mi assumo pienamente la colpa del fatto che la trama non mi ha soddisfatta quanto pensavo e vi spiego il perchè e vi do un consiglio per non sbagliare come ho fatto io: ho preso il libro troppo alla leggera!! Leggendolo a fine giornata quando ero stanca senza dare importanza a quello che veniva scritto anche se magari era un pò noioso. Vi consiglio, se lo volete affrontare, di prendervi del tempo e dedicarlo solo alla lettura di questo romanzo. Ho letto varie opinioni su questa cosa e moltissimi hanno affermato che non basta una lettura sola per comprendere il senso dei dialoghi...ne serve almeno un'altra! Infatti lo riprenderò più avanti...magari in ferie.
Bisogna leggere il tutto, pian piano, annotandosi da qualche parte i vari nomi....e soprattutto non aver fretta!!! Praticamente bisogna studiarlo ;-), bisogna calarsi nella parte del ricercatore e prendere il suo posto. Penso infatti che i due veri autori puntassero a questo per il lettore, coinvolgerlo nelle ricerche, farlo pensare.
Per questo mi astengo dal dargli un giudizio, aspetterò la seconda lettura.

Voi invece cosa ne pensate? Lo avete letto? Potete darmi qualche consiglio per la prossima volta?


Vi saluto!!!

Serena



4 commenti:

  1. Mi piace quando il lettore deve immedesimarsi nell'autore!
    Aspettavo con curiosità la tua recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace solo di non essere stata più esauriente:-( è un libro tosto ;-)

      Elimina
  2. Non l'ho letto ma mi ispira da matti *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È interessante!!!! Ma vuole una lettura attenta :-)

      Elimina