lunedì 17 luglio 2017

E' SOLO UN ARRIVEDERCI :-)


* IL BLOG VA IN VACANZA *


Ciao a tutti lettori :-)
So che nell'ultimo periodo sono stata poco costante nel seguire il blog e mi dispiace moltissimo.
Ho deciso di mandare in vacanza anticipata il mio angolino fino a data da definire, sarà comunque per tutta l'estate. 

Vi starete chiedendo come mai!! Metti il caldo, il lavoro, i mille impegni.... ma soprattutto una bellissima notizia che abbiamo ricevuto qualche settimana fa e che ci ha resi super felicissimi e mi ha mandata un pò in blocco con le letture :-) Penso che abbiate capito di che notizia sto parlando :-) Eh si, se tutto prosegue bene nel 2018 la famiglia si allargherà!

Ho deciso di prendermi un pò di pausa per godermi questo momento, per riprendermi :-) e fare le cose con calma e fatte bene. Ho deciso che durante le vacanze mi occuperò comunque del blog e programmerò dei post per questo autunno. Terrò comunque aggiornata la pagina Instagram il più possibile quindi potrete seguire cosa sto leggendo nel mio profilo.

Vi auguro quindi di passare una bella estate e buone vacanze ^_^


A presto!!!


Serena



I VOSTRI CONSIGLI DI LETTURA - THE BOOKWORMS INVASION




Ciao a tutti lettori! Riprendo, scusandomi per il mega ritardo, il posto con i consigli di lettura. Mi scuso moltissimo con Rose dato che il post era programmato per venerdì ma ho avuto dei contrattempi. Scusami cara!!!! 

Il libro di oggi è quindi il preferito di Rose, del blog


The Bookworms Invasion


La ringrazio per aver partecipato!!

Vi lascio la sua recensione!



Le recensioni di Rose
Risultati immagini per vietato leggere all'inferno roberto gerilli"Il primo libro che voglio consigliarvi è "Vietato leggere all'inferno" di Roberto Gerilli.
Il nostro protagonista è Amleto. Amleto è un uomo di trentacinque anni che ha un lavoro a detta sua monotono, infatti lavora in un negozio che vende chiavi inglesi, martelli e altri articoli di bricolage. Vive ad Ancora, ma sia qui, come nella maggior parte del mondo, alla fine degli anni '60 e inizi '70 nasce l'anti-literature movement: un movimento che proibisce di leggere e pubblicare libri a parte la Bibbia e altri tomi permessi. Leggere e pubblicare, quindi, vengono considerati dei veri e propri crimini e gli amanti della lettura, se vogliono leggere, devono farlo in segreto, ma vengono considerati dalla società dei drogati.
Il nostro Amleto è un libromane, uno sniffa-inchiostro. In poche parole si droga di libri.
 Un giorno sul posto di lavoro arriva Eleonora, un'altra libromane che vuole rivoluzionare il mondo, ma per farlo avrà bisogno dell'aiuto di Amleto. Lui, vedendo la somma di denaro offerta, non può che accettare. Da questo momento in poi la sua vita cambierà per sempre.
La scrittura di Gerilli è accattivante, ti incanta con le sue parole anche attraverso citazioni di autori importanti come Shakespeare e Arthur Conan Doyle.
I personaggi, principalmente i protagonisti, sono profondi, ma allo stesso tempo ironici e divertenti, infatti per la maggior parte del libro riderete, o almeno, io ho riso più di una volta.
Inoltre il libro è pieno di colpi di scena, pieno d'azione, succedono cose una dopo l'altra e non si ha mai un momento di respiro!
ADORO!

Risultati immagini per ti darò il sole jandy nelson"Ti daro' il sole" di Jandy Nelson
 Avete presente quei libri che vi entrano dentro? Che quando li leggete sapete che quando ne ripenserete in un futuro sorriderete come dei dementi e al solo ricordo di come vi ha fatto sentire mentre li leggevate il vostro cuore si scalda?
Ecco cosa mi ha lasciato Ti darò il sole.
Noah e Jude
Sono fratelli gemelli, Jude, a 13 anni, è la classica ragazzina ribelle. Risponde male ai genitori, trasgredisce alle regole, si veste e si trucca in modo provocante e esce con ragazzi più grandi di lei. Dall'altra parte, Noah è un ragazzo timido, vive in un mondo tutto suo fatto di luce, colori, suoni e sapori.
Anche se molto diversi i due fratelli si vogliono un bene dell'anima, ovviamente, come in qualsiasi rapporto fraterno, esiste anche la gelosia e l'invidia, ma nonostante questo il loro è un legame stretto.
In comune, però, hanno la passione per l'arte, la scultura e il disegno che la Nelson  ci descrive attraverso colori e modi magicamente diversi.
Tra i due è Noah il gemello più dotato, ma tre anni dopo si scopre che ad essere entrata alla CSA, scuola d'arte di prestigio, è Jude.
All'età di sedici anni i due non si parlano più, si evitano  e il loro legame è stato spezzato. Noah ha smesso di disegnare, non è più il ragazzo di una volta, anzi, beve e sta fuori casa tutto il giorno. Jude, invece, si è ritirata in se stessa, preferirebbe diventare invisibile. Cosa ha fatto crollare il rapporto dei due gemelli che una volta si dividevano il mondo?
Lo stile di scrittura di Jandy Nelson è pura POESIA. Utilizza le parole in modo straordinario, le gestisce alla perfezione, come fosse magia, attraggono, ti lasciano interdetto. Attraverso le sue parole non leggi il libro, lo vivi.
Non definirei il libro triste, si, ci sono momenti commoventi e toccanti (preparate come minimo un pacchetto di fazzoletti), ma non mancano momenti felici ed esilaranti.
Se devo descrivere il libro con una parola, questa parola è sicuramente VITA.

Risultati immagini per non so chi sei ma io sono qui"NON SO CHI SEI MA IO SONO QUI" di BECKY ALBERTALLI
 Il nostro protagonista è Simon Spier un comune adolescente di sedici anni che passa la sua vita tra casa, scuola e amici.
Un giorno  si inscrive a Tumblr con un nome fake e commenta un post di un certo Blue, anche questo un nome fake. I due si scambiano i loro indirizzi email e così inizia una corrispondenza elettronica quasi giornaliera.
Simon non sa chi sia Blue e Blue non sa chi sia Jacques (nome fake di Simon). Sanno solo che frequentano la stessa scuola.
Anche se non si conoscono di persona tra i due nasce qualcosa di tenero e bellissimo.
Tutto va alla grande finchè un giorno, Simon risponde ad un'email di Blue da un computer scolastico e si dimentica di disconnettere il suo account.
Martin Addison legge e screenshotta la mail  iniziando a minacciare Simon.
Lui non dirà niente a nessuno se il nostro Simon lo aiuterà a conquistare Abby, la sua migliore amica.
Sarà un impresa perchè Abby non è interessata a Martin e se quest'ultimo parla potrebbe rovinare il rapporto che Simon ha con Blue.

Mi sono rispecchiata molto nel protagonista per alcuni versi. Si fa le mie stesse domande e ha i miei stessi dubbi, per non parlare delle paranoie e dell'auto ironia. Lui e Blue sono loro stessi senza aver bisogno di fingere, si capiscono l'uno con l'altro, si aiutano e sostengono a vicenda, anche perchè nessuno dei due ha ancora fatto coming out e assieme trovano un modo per farlo, dandosi la forza e il coraggio, assieme... davvero, sono dolcissimi! "

Ringrazio moltissimo Rose che ci ha proposto ben tre libri e devo dire molto interessanti!! Ti darò il sole fa parte della mia wish list da tempo e penso inserirò anche Vietato leggere all'inferno che mi incuriosisce molto!


Serena

venerdì 7 luglio 2017

I VOSTRI CONSIGLI DI LETTURA - LE MIE OSSESSIONI LIBROSE




Ciao a tutti lettori! Come state? Qui fa un caldo tremendo infatti son molto bloccata col mio blog. Lo manderò in vacanza la prossima settimana per riprendere dopo le vacanze, che spero arrivino in fretta :-) ;-)

Oggi però voglio mostrarvi il libro preferito di Dolcissima, del blog


Le mie ossessioni librose


"Il libro che voglio consigliare è Pane cose e cappuccino dal fornaio di Elmwood Springs di Fannie Flagg.

Un libro che mi ha stupito per la sua dolcezza e per la bela sensazione che mi ha lasciato."


La ringrazio moltissimo per la partecipazione e vi lascio la sua recensione!



Risultati immagini per pane cose e cappuccino dal fornaio di elmwood springs
Trama
Dena è una splendida e ambiziosa stella nascente della televisione degli anni Settanta. L'aspetta un futuro più che promettente, ma il suo presente è irto di complicazioni e il passato avvolto nel mistero. Tutti i nodi della sua vita vengono al pettine quando è costretta a lasciare l'amata New York per fare ritorno nella cittadina della sua infanzia, Elmwood Springs, Missouri. Dove rivede una vecchia amica pronta a buttarsi nel fuoco per lei; i parenti chiaccheroni ma saggi; una pioniera delle trasmissioni via etere. E altri personaggi teneri e bizzarri, tutti ammaliati da una donna che, senza sapere dove sia la sua casa e neppure cosa sia l'amore, proprio grazie a loro mette le basi per un futuro nuovo ed inaspettato.





La recensione di Dolcissima cliccate qui per essere reindirizzati al suo blog

"Elmwood Springs, Missouri, non è affatto perfetta ma,
per essere una piccola città,
è tanto vicina alla perfezione quanto si può esserlo
senza dover diventare troppo sentimentali
o doversi inventare un mucchio di bugie.

Eccomi di nuovo a parlare di un libro che mi hanno “obbligato” a leggere. Questo romanzo mi ha veramente sorpreso! Mi aspettavo una lettura pesante perché non conoscevo per niente l'autrice né avevo visto il film tratto da un altro suo libro, ma nella mia testolina credevo fosse noiosa. Quanti pregiudizi ho scoperto di avere sui libri! Sono la prima a sorprendermi visto che vado dicendo di leggere tutto. Comunque ho trovato questo romanzo non solo una lettura leggera e divertente, ma una storia che nasconde un qualcosa di più profondo.
La protagonista del romanzo è Dena una ragazza che non ha mai trascorso molto tempo in un posto e ha perso la madre in giovane età. Vive e lavora nella grande New York come affermata giornalista e ha chiuso con il suo passato quasi dimenticandosi completamente delle sue radici meridionali o dei vecchi amici che ha avuto. Una gastrite da stress sottovalutata la costringe a ritornare a vivere per un po' dai vecchi zii del sud...

Ho amato la caratterizzazione dei personaggi della Flagg e l'ambientazione del romanzo. Ho avuto la sensazione di conoscere personalmente tutti i soggetti e sentirmi a casa in quel simpatico paese del sud. Questo suo libro mi ha riportato indietro nel tempo, a quel senso di conforto e felicità che solo da ragazzina si può provare; ai cibi fatti in casa e si aveva la sensazione che tutto fosse più buono.

Fanny Flagg ha avuto, inoltre, la capacità di farmi venire le lacrime agli occhi, farmi piangere addirittura in alcuni punti e farmi ridere, a voce alta, quando leggevo degli abitanti di Elmwood Springs. Chi non vorrebbe dei vicini così? Sì, un po' invadenti, ma sempre pronti ad aiutare gli altri.
Mi è piaciuto anche come la scrittrice abbia chiuso tutte le storie nei capitoli finali lasciandomi con un meraviglioso senso di benessere.

Devo assolutamente recuperare altri libri di lei."


Cosa ne pensate? Io ho due libri di questa autrice ma non li ho ancora letti.

Buon  fine settimana!!!

Serena


venerdì 30 giugno 2017

I VOSTRI CONSIGLI DI LETTURA - LIBRI AL CAFFE'




Ciao a tutti lettori! Ormai comincio a contare i giorni che mi separano dalle ferie!!! Purtroppo sono poco presente nel blog anche se avrei mille cose da pubblicare e da mostrarvi!!! Penso che manderò il blog in vacanza riaprendolo direttamente dopo le vacanze in modo da prendermi del tempo per programmare tutti i post con calma. Rimarrà chiuso parte di luglio e tutta agosto, però prima pubblicherò il book haul e i preferiti del mese, più qualche recensione se ce la faccio. 

Oggi però in programma c'è I vostri consigli di lettura!
Il libro di oggi è il preferito di Erica, del blog
 LIBRI AL CAFFE


La ringrazio per aver partecipato!! Assieme ad Erica mi inserisco anche io tra i fan del Cavaliere d'Inverno!! Che dire, è una lettura fantastica e penso di aver rotto le scatole a tutte le persone che conosco e che leggono per convincerle ad iniziare questo libro!!!

Vi lascio la sua recensione!



Risultati immagini per il cavaliere d'inverno
Trama
Leningrado, 1941. In una tranquilla sera d'estate Tatiana e Dasha, sorelle ma soprattutto grandi amiche, si stanno confidando i segreti del cuore, quando alla radio il generale Molotov annuncia che la Germania ha invaso la Russia. Uscita per fare scorta di cibo, Tatiana incontra Alexander, un giovane ufficiale dell'Armata Rossa che parla russo con un lieve accento. Tra loro scatta suvbito un'attrazione reciproca e irresistibile. Ma è un amore impossibile, che potrebbe distruggerli entrambi. Mentre un implacabile inverno e l'assedio nazista stringono la città in una morsa, riducendola allo stremo, Tatiana e Alexander trarranno la forza per affrontare mille avversità e sacrifici proprio dal legame segreto che li unisce.




La recensione di Erica cliccate qui per essere reindirizzati al suo blog
"Era da tempo che avevo intenzione di leggere questo libro perché ne avevo sentito parlare bene e grazie alla Bookopoly challenge che lo proponeva per il mese d'agosto, sono riuscita ad esaudire questo desiderio.
E' stata una lettura decisamente intensa e coinvolgente: i personaggi e la loro storia possono anche non piacere, ma c'è tutta l'ambientazione, la ricostruzione storica che lascia il segno. Non si può rimanere indifferenti al racconto dell'assedio di Leningrado, a come le persone hanno iniziato a morire di fame e freddo...a come hanno iniziato ad uccidersi in strada per un pezzo di pane raffermo fatto con farina e segatura..a come si siano ridotti a mangiare qualsiasi cosa, perfino la colla della carta da parati. Sconvolgente e tragico! Oltre alla storia d'amore, è una vera e propria lezione di storia!

E' il 22 giugno del 1941 quando la Germania dichiara guerra alla Russia e Tatiana Metanova sta per compiere diciassette anni: è una bella ragazzina bionda con ancora l'aria ingenua, innocente, fiduciosa nel futuro, allegra e mentre sta mangiando un gelato seduta su una panchina, con il suo bel vestito bianco con le rose rosse, i suoi occhi incrociano quelli del tenente Alexander Belov.
L'attrazione è istantanea: Alexander non riesce a starle lontano ed inizia ad  aspettarla ogni giorno fuori della fabbrica dove lei lavora e ad accompagnarla a prendere il cibo, ma il loro rapporto deve rimanere d'amicizia perché Alexander è "il ragazzo" della sorella maggiore di Tatiana, Dasha. 
La principessa del lago Ilmen, come Alexander affettuosamente soprannomina Tatiana,  preferisce rinunciare al suo amore per non ferire la sorella: prima di tutto la famiglia!
 I Metanova non sono certo ricchi, vivono in due stanze nel Quinto Soviet e Tatiana dorme nello stesso letto della sorella. Come potrebbe dormirle vicino, facendola soffrire portandole via Alexander?
Inizialmente, Tatiana sembra una ragazzina capricciosa e stupida, ma proviamo a pensare alla sua vita: tutto il giorno chiusa in una fabbrica a fare carri armati e poi a casa ad aiutare ed ogni tanto venire pure picchiata dal padre o dalla sorella per qualche banale incompetenza. E' giovane, ha appena perso il fratello gemello per colpa della guerra, è normale che non sappia di preciso quello che vuole e si ritrovi a  soffrire tremendamente nel vedere ogni sera a casa sua Alexander, che continua a frequentare la sorella, con il solo scopo di vedere, invece, la sua piccola principessa.  In realtà, procedendo con la storia, si scopre che Tatiana è una ragazza forte, coraggiosa, intelligente, altruista: sarà lei che in tutto il periodo dell'assedio si occuperà di alzarsi presto ed uscire con il freddo ed il gelo per andare a ritirare il poco mangiare disponibile ogni giorno, a preparare da mangiare per tutti, a privarsi del mangiare per darlo ai vicini di casa.  Attraverserà paesi sotto i bombardamenti tedeschi per stare vicino ed aiutare Alexander. Incosciente e testarda, ma follemente innamorata. 
Alexander è un personaggio altrettanto coraggioso che non deve preoccuparsi solo della guerra e di salvare Tatiana, ma anche dell'NKDV, la polizia segreta sovietica. Sì,  perché Alexander in realtà è americano ed i suoi genitori sono stati uccisi come cospiratori. Americano che però ha dato sei anni della sua vita all'Armata rossa, a difendere la madre Russia e grazie alle sue imprese a diventare perfino maggiore e prendere la medaglia come eroe, ma questo poco importa: la sua vita scorre sul filo del rasoio, basta poco per venire scoperto e rischiare la sua vita. E' impossibile non innamorarsi di Alexander: dolce, premuroso, protettivo, intelligente ed altruista.
Sotto i bombardamenti tedeschi il loro amore nasce e cresce, ma non avrà vita facile ed il lieto fine non sarà per nulla scontato.
Una narrazione fluida e lineare: settecento pagine che scorrono via velocemente ed un finale inaspettato che mi ha commosso. L'Amore con la A maiuscola è sicuramente il vero e grande protagonista di questa storia. 

Soldato, lascia che ti accarezzi il viso e baci le tue labbra, lasciami urlare attraverso i mari e sussurrare attraverso i prati ghiacciati della Russia quello che sento per te...Luga, Ladoga, Leningrado, Lazarevo...Alexander, un tempo tu mi hai portata e ora io porto te. Nella mia eternità, ora io porto te.

Unico neo, a mio avviso, sono le settanta pagine dove la storia diventa un po' "hard": nulla di esagerato ma "stonano"  in questo contesto e sono leggermente ripetitive. Solo per questo motivo il punteggio non è pieno."


Dico solo che Erica mi ha quasi convinta a rileggerlo :-) 
Dico "quasi" solamente perchè la mia TBR non lo prevede ma verrà il momento prima o poi di riaprirlo e tornare da Tatia e Shura!!!!


DOVETE LEGGERLO ANCHE VOI!!! :-) :-)


Buon fine settimana!!!



Serena





venerdì 23 giugno 2017

I VOSTRI CONSIGLI DI LETTURA - SOME BOOKS ARE




Ciao a tutti lettori! Come state? Fa un caldo pazzesco!!! Come riuscite a combattere l'afa? Io ho il ventilatore sempre acceso ma ormai è arrivata l'ora di far partire il climatizzatore (che odio!!)

Oggi esce un nuovo post con i vostri consigli di lettura.
Il libro di oggi è il preferito di Alice, del blog


Some Books Are


La ringrazio moltissimo per aver partecipato alla mia iniziativa :-) !
Il libro che propone non l'ho letto ma nella mia libreria ho l'altro romanzo di questo autore, La misura della felicità
Vedremo, se mi piacerà il libro che già possiedo acquisterò anche questo.

Vi lascio la sua recensione!



Risultati immagini per l'altra metà del mondo
Trama
"Mia cara Jane, il mio più grande rimpianto è che tu non abbia avuto la possibilità di conoscere tua madre. Perciò, adesso che sei abbastanza grande, vorrei raccontarti di lei e del mio straordinario viaggio a Margarettown. Margarettotvn è la città in cui tua madre è nata e cresciuta. Ci sono andato dopo il fidanzamento, e lì ho incontrato Mia, una pittrice giovane e ribelle. Poi ho conosciuto Marge, una donna amareggiata e delusa dagli uomini, e May, una bambina di straordinaria intelligenza. In tutte loro ho ritrovato alcuni tratti della creatura sfuggente e misteriosa di cui mi ero innamorato; perché Margaret non è stata semplicemente mia moglie o tua madre. Margaret è stata May, poi Mia, e sarebbe diventata Marge, se non avessi implorato il suo perdono per gli errori che avevo commesso... Ecco perché voglio parlarti di Margarettown: per aprire una finestra sul cuore di Margaret, in modo che tu possa apprezzare ogni sfumatura della sua storia e del suo carattere. In fondo, l'amore è proprio questo: imparare a conoscere l'altro al di là del ruolo che riveste nella nostra vita, e accettare anche i suoi difetti come un dono prezioso. In attesa di scoprire il futuro che il destino ha in serbo per noi." "L'altra metà del mondo" è un inno all'amore in ogni sua forma, ma soprattutto è una celebrazione dell'affascinante complessità dell'animo umano; perché ognuno di noi si porta dentro le persone che siamo stati, le persone che saremo e le persone che saremmo potuti diventare.


 La recensione di Alice cliccate qui per essere reindirizzati al suo blog
"È il primo libro che leggo di quest'autrice e dopo averlo finito non ho avuto dubbi sul fatto che recupererò anche il precedente, La misura della felicità
Questo libro era già stato pubblicato in Italia nel 2005 con un altro titolo, Frammenti di una storia d'amore - e dopo averlo letto, ritengo che entrambi i titoli siano adatti al suo contenuto e ognuno per un aspetto diverso. 


Ma cosa mi ha affascinata in principio di questo libro? 

La trama, prima di tutto. 
O meglio, alcuni particolari della trama piuttosto che la trama nel suo complesso. 
Se frequentate questo blog da un po', ormai saprete che a me piacciono in particolare i libri "veri", quelli reali - quella dove la vita è messa nero su bianco in sfaccettature che non avevi ancora ben chiare nella mente. 


Mi ha affascinata l'idea di tutte queste varianti di una stessa persona, probabilmente perché è una cosa a cui penso spesso ed è qualcosa che mi capita di sperimentare sulla mia stessa pelle. 
Sono sempre stata sfortunata con le amicizie ed è una cosa di cui parlo spesso sul mio blog personale - parlo di come raramente, salvo fortunatissimi casi, una persona ci resti accanto per tutta la vita e ci guardi crescere giorno dopo giorno e anno dopo anno. 
E noi cambiamo e ogni volta che un rapporto finisce - o inizia - avviene una svolta nelle nostre vite ed ecco che una nuova versione di noi nasce e prende forma. 
Nessuna delle persone che ho accanto adesso mi ha conosciuta quando ero bambina e nessuna delle persone che mi hanno conosciuta da bambina hanno visto la ragazzina che sono stata o l'adulta nella quale mi sono trasformata. 
In rarissimi casi una persona ci vede nella nostra interezza e anche in quel caso non possiamo essere certi che sia davvero tutto lì, senza aspetti di noi ancora nell'ombra. 
Nella maggior parte dei casi quello che lasciamo sono solo sfumature, aspetti delle versioni di noi stessi che siamo in quel momento. 


Quando ho messo gli occhi su questo libro, tutte quelle sfaccettature le ho intese in senso metaforico - le ho intese come il viaggio di un uomo alla scoperta della persona che era sua moglie prima di incontrarlo. 
E metaforico in un certo senso lo è stato, ma il senso è diventato anche letterale e concreto perché tutte queste Margaret - May, Mia, Maggie, Meg, Greta, Marge - sono esistite, esistono e continueranno a esistere. 


È un libro atipico e anticonvenzionale, in un certo senso. 

Il protagonista è N., un uomo che scrive una lettera alla figlia Jane per raccontarle di sua madre e di tutte le donne che è stata. 
Racconta di come si sono incontrati, racconta dell'estate a Margarettown nella casa chiamata Margaron e di tutte le Margaret che ci abitavano e di come erano diverse ma allo stesso tempo simili, racconta del matrimonio, racconta delle difficoltà, racconta dell'inizio e della fine e di tutto quello che c'è stato in mezzo. 


Mi aspettavo una cosa più astratta quando ho messo gli occhi su questo libro e astratta in un certo senso lo è stata, ma è stata anche terribilmente concreta.

Tutto il libro ha un sapore quasi onirico, illusorio e a volte surreale mentre N. ci racconta la sua versione e allo stesso tempo sua sorella Bess ci fornisce quella dura e razionale, priva di tutti quei fronzoli tipici dell'amore. 
È una storia d'amore - di N. per sua figlia Jane e per Margaret e tutte le donne che è stata - ed è anche una storia di introspezione, dove fantasia e realtà si incrociano e si allontanano e poi si sovrappongono per ricominciare poi dall'inizio. 


Conosciamo Maggie a venticinque anni e poi Margarettown prende forma, mentre N. conosce tutte le versioni precedenti di Maggie ma anche quelle in cui Maggie può trasformarsi tra tot anni nel futuro. 
Maggie la chiama una "maledizione" - tante Margaret che diventeranno una sola solo quando un uomo saprà amarle tutte, nessuna esclusa. 

«Siamo tutte delle città, N. E, col passare degli anni, le persone che vengono a vivere dentro di noi diventano sempre più numerose. Alcuni pensano che la gente non cambi, ma io non sono affatto d'accordo. Si possono fare enormi cambiamenti, nel corso della vita. [..] La maggior parte di noi ha almeno tre donne dentro di sé.»

È una storia d'amore, la storia di un amore nel quale devi essere capace di amare tutte le versioni passate, presenti e future della persona che hai accanto anche quando sarà difficile e anche quando ti sembrerà impossibile accettare alcuni aspetti di essa che non conoscevi ancora o non immaginavi. 
È una storia d'amore e di scoperta e di accettazione; è un flusso di coscienza, è un ricordo, è un viaggio d'introspezione, è una lettera, è un diario, è un sogno. 


A volte l'aspetto onirico prende il sopravvento, come quando N. parla con tutte le Margaret a Margarettown e poi si dà il cambio con la realtà quando Maggie sembra ignorare l'esistenza di May o Mia mentre N. ne parla come se fossero di fianco a loro. 

Mi aspettavo qualcosa di più metaforico, ma alla fine quello che ho trovato è stato anche migliore di quanto mi aspettassi. 
Lo stile della Zevin ti fa girare rapidamente pagina, mantiene vivo l'interesse dividendo il romanzo in "atti" e dando voce ad altri personaggi diversi da N. 
Arrivi alla fine che di fatto non sai cosa sia reale e cosa no, cosa N. abbia immaginato e cosa abbia vissuto realmente e condiviso con Maggie ma non ti importa, perché sei così emozionato da quello che stai leggendo che il resto passa in secondo piano. 
Niente è lasciato al caso - frasi ed eventi che sembrano essere solo di passaggio si ritrovano poi più avanti e assumono un nuovo significato. 
È passato, presente e futuro che si incontrano e si sovrappongono per poi prendere una nuova e diversa direzione ogni volta che viene presa una decisione ad un certo punto della vita per poi ricominciare dall'inizio. 


Quello che ho trovato in questo libro è stato più letterale e concreto di quello che mi aspettavo all'inizio e ho adorato ogni secondo che ci ho trascorso sopra e in mezzo. 
E forse lo potrete trovare surreale, ma se anche a voi capita nei pomeriggi invernali di vedere nella vostra camera in un angolo intenta a giocare la bambina che eravate o di vedere di sfuggita la ragazzina che siete stata mentre passate davanti allo specchio, allora questo libro toccherà qualcosa dentro di voi di cui forse ignoravate l'esistenza. 


Questo non è un libro che va letto con la mente e la razionalità dritta sull'attenti, al contrario - è un libro che va letto con il cuore, ma soprattutto va letto con l'anima. 
E se sentirete alle vostre spalle le persone che siete state, non vi preoccupate: a volte fa bene ricordare chi eravamo e tornare ad esserlo anche solo per un po'. "





Cosa ne pensate di questo romanzo? Fatemi sapere se l'avete letto!!

Serena


giovedì 22 giugno 2017

Recensione ILLUMINAE di A.Kaufman e J.Kristoff


Ciao a tutti lettori! Oggi vi mostro la recensione di un libro che ho concluso ieri sera!!
Ho voluto scrivere questa recensione questa mattina durante la colazione! Di getto perchè è stato un libro fantastico, molto al di sopra delle mie aspettative!!!


  ILLUMINAE  

di A.Kaufman e J.Kristoff


Titolo: ILLUMINAE
Autore: Amie Kaufman, Jay Kristoff
Editore: Mondadori
Amazon: clicca qui


TRAMA
Quel giorno, quando si è svegliata, Kady pensava che rompere con Ezra sarebbe stata la cosa più difficile da affrontare. Poche ore dopo il suo pianeta è stato invaso. Anno 2575: il cielo di Kerenza, un pianeta poco più grande di un granello di sabbia coperto di ghiaccio e sperduto nell'universo, si oscura all'improvviso. Tra le esplosioni e le urla degli abitanti terrorizzati, una squadra d'assalto della... una potente corporation interstellare, dà inizio all'invasione. Ed Ezra e Kady, che si rivolgono a malapena la parola, sono costretti a cercare insieme una via di fuga. Alcuni giorni dopo, però, un mortale... mutante inizia a diffondersi a bordo di una delle navi sulle quali si trovano i due ragazzi e gli altri superstiti. Come se non bastasse, AIDAN, l'intelligenza artificiale che dovrebbe... pare essersi trasformato nel nemico. E nessuno dei militari incaricati delle operazioni di salvataggio sembra intenzionato a spiegare ciò che sta accadendo. Quando Kady riesce ad accedere a... strettamente riservate, le è subito chiaro che l'unica persona che può aiutarla è anche l'unica con la quale pensava non avrebbe più avuto nulla a che fare.


RECENSIONE

Risultati immagini per illuminae
La storia è ambientata nel futuro, nel 2575, a Kerenza, un piccolissimo pianeta coperto di ghiaccio in cui si trovano moltissime miniere di metallo prezioso!
Quì troviamo i protagonisti di questo libro, Kady e Ezra, due ragazzi adolescenti alle prese con la fine della loro relazione.
La popolazione di questo piccolo pianeta non si aspetta l'attacco della Beitech, una famosa corporation interstellare, che invade e rade al suolo Kerenza per scopo di lucro.
Alcune navi spaziali, l'Alexander, la Hypatia e Copernicus, arrivano in soccorso della popolazione  e smistano i  superstiti dividendoli nelle tre navi. Kady viene mandata nella navicella Hypatia mentre Ezra viene assegnato alla Alexander, la più potente e armata della flotta.
Inizia la fuga dalla nave Lincoln, di proprietà della Beitech, che vuole abbattere la flotta per nascondere quanto accaduto a Kerenza.
Risultati immagini per illuminaeLe tre navi sono molto danneggiate e arrancano ma non è l'unico problema: nella nave Copernicus si scopre che un virus, creato proprio dalla Beitech, si sta diffondendo tra i civili e i sintomi di questa malattia non destano fin da subito allarme! Questa malattia è molto pericolosa ma non vi dico di più se non che il lato creepy di questo romanzo è proprio questa malattia!!

Quello che avete in mano è quindi un dossier su quanto accaduto a Kerenza e nelle navi spaziali intervenute in soccorso ai civili.
Immagine correlataSi tratta di un dossier perchè manca la parte narrante: il romanzo è composto da interviste, mappe, report, scambi di e-mail ad esempio tra i protagonisti o tra i comandanti delle navi, lettere, riassunti dalle immagini delle telecamere di sorveglianza, ecc.
E' molto ma molto curato, questo romanzo è unico e ben pensato! Si nota l'attenzione che i due autori hanno posto nei dettagli, nei minimi particolari, senza però appesantire la trama e rallentarla!

L'ho trovato molto originale perchè, anche se manca la parte narrante, l'ho trovato molto scorrevole e soprattutto coinvolgente perchè con questo metodo il lettore riesce a calarsi all'interno della storia, come se fosse un personaggio muto! I dialoghi tra i due protagonisti sono divertenti, una boccata d'aria fresca all'interno di una trama cupa, creepy e molto travagliata!
Kady è fantastica!!! Intelligente, combattiva, fiera ed è stata il mio personaggio preferito del libro!! Ezra è un tesoro, il classico ragazzo buono, amorevole ma spiritoso, il tocco di ironia del libro!
Dalla seconda parte del libro però entra in scena un terzo personaggio che ci accompagna nella lettura fino alla fine. Un personaggio imprevedibile, ambiguo, strano! Non mi sarei mai aspettata una svolta del genere e devo dire che l'ho adorato!! 

Alla fine ammetto che un pò tutta la storia è imprevedibile! La lettura procede magari all'inizio, per le prima 30/40 pagine, in modo lento ma poi, non appena è stato capito il quadro generale, ingrana e scorre velocemente!
Risultati immagini per illuminae
Ci sono moltissimi colpi di scena, il più delle volte completamente imprevedibili e si fatica a staccarsi dalle pagine del libro!! Pensate che l'ho letto in 4 giorni, nonostante sia un bel mattonazzo!!

L'ho trovato una storia molto originale, mai vista e l'ho adorata nonostante non ami i romanzi e i film con navi spaziali e guerre interstellari! Mi sono dovuta ricredere!!!


Risultati immagini per jay kristoff
Ho adorato tutto!!!!!! L'ambientazione spaziale, la guerra tra corporazioni interstellari, la storia d'amore tra i due protagonisti che però non è la trama principale del libro ma una storia d'amore reale!! E anche il tocco macabro del virus che è stato la ciliegina sulla torta!!! Un intreccio di tematiche che i due autori sono riusciti a comandare in modo secondo me perfetto!!! Bravissimi!!!!!


Risultati immagini per gemina

Attendo con ansia l'uscita di Gemina prevista per questo inverno mentre ho ricevuto notizie che il terzo volume, Obsidio, uscirà in lingua a Marzo 2018 quindi, penso, verso fine dell'anno prossimo in lingua italiana.
Ps. forse sono stati acquistati anche i diritti per farne un film!! Lo speroooo!!!!

Risultati immagini per illuminae obsidioHo visto qualche recensione del secondo volume su YouTube e molti ne sono rimasti delusi pensando sia un seguito. In realtà ha poco a che fare con questa storia. Sarà strutturato in modo uguale ma tratterà la storia di due personaggi diversi, in modo parallelo alle vicende di Kady e Ezra. NON VEDO L'ORA!!!!


Questa è la mia recensione di un libro che consiglio veramente a tutti!!!
Il prezzo altino è più che ben giustificato data la cura nei dettagli ma so che non è proprio per tutte le tasche. Io l'ho recuperato usato (ma come hanno fatto a venderlo!!??!!) ma vedrò a fine anno cosa fare con Gemina!

Fatemi sapere se anche voi lo avete letto e cosa ne pensate oppure se vi può essere stata d'aiuto la mia recensione per decidere di leggerlo :-) Non ve ne pentirete, promesso ;-) !!!


Serena






  

martedì 20 giugno 2017

Recensione IL BOSCO DEGLI ORRORI di John Rector

Ciao a tutti lettori!! Come state? 
Pian pianino mi sto riprendendo con le pubblicazioni delle recensioni. Abbiate pazienza, nei prossimi giorni arriveranno tutte :-)

   Il bosco degli orrori  

  di John Rector


Titolo: IL BOSCO DEGLI ORRORI
Autore: John Rector
Editore: Giunti
Amazon: clicca qui


TRAMA
Quando Dexter McCray si risveglia dopo una delle sue sbronze, in casa, accanto a lui, c’è l’amico Gregg, sceriffo della contea. Dexter non ricorda nulla di cosa sia successo la notte prima, eppure, come gli racconta Gregg, ha minacciato la ex moglie con una pistola per poi avventurarsi alla guida del suo trattore nei campi sotto casa, fino al boschetto che li circonda. Poche ore dopo, proprio in quel bosco, Dexter scorge qualcosa di terribile. Tra l’erba incolta, con indosso ancora la divisa da cameriera del Riverside Café, giace il corpo senza vita di Jessica, una ragazzina di soli sedici anni. Gregg è assalito dal terrore. E se a ucciderla fosse stato lui? È possibile che in quello stato di nebbia perenne si sia spinto tanto oltre? Per paura di essere accusato di omicidio, decide di non chiamare la polizia e di venire a capo della faccenda per conto proprio. Perché una cosa è certa: tra quegli alberi si nascondono orribili segreti, e Dexter non arriverà a scoprirli da solo. Ad aiutarlo sarà Jessica. O meglio, qualcosa che di Jessica sembra aver preso le sembianze.
Con una trama piena di colpi di scena, Rector dà vita a un romanzo di altissima suspense psicologica, in cui realtà e allucinazione si confondono in un incubo senza fine.


RECENSIONE
Dexter si sveglia dopo una sbronza pazzesca, non ricorda nulla della sera precedente e si accorge che con lui c'è Gregg, suo migliore amico ma anche agente di polizia. Guardandosi attorno nota che la moglie non c'è e scopre di averla aggredita. 
Risultati immagini per il bosco degli orroriSi sforza e cerca di tornare indietro alla sera precedente ma non ricorda la corsa nei campi di sua proprietà col trattore fino al boschetto che li delimita. Proprio in quel boschetto, più tardi in un momento di tranquillità, scorge il corpo di una ragazzina morta: Jessica, cameriera dei Riverside Cafè!
Il panico assale Dexter!! Non ricorda cos'ha fatto la sera precedente e il dubbio di aver ucciso la ragazza lo perseguita! 
Alcuni avvenimenti di anni prima lo portano ad avere qualche problema a livello psicologico e gli sembra di vedere Jessica viva, che gli parla e lo aiuta a scoprire la verità!

Ammetto di aver acquistato questo libro aspettandomi un romanzo ricco di mistero, di colpi di scena e soprattutto di brivido! Speravo in una storia di sparizioni, rapimenti, torture, ecc!! Praticamente un horror!!!! Sono però rimasta un pochino delusa.
Il brivido è praticamente inesistente, c'è un piccolo spruzzo di sovrannaturale grazie alla comparsa di Jessica ma nulla di più. I colpi di scena ci sono ma di scarso effetto.... risulta abbastanza piatto sotto questo punto di vista.

Posso considerarlo però un bel thriller psicologico perchè la bravura dell'autore è stata nel descrivere tutti gli avvenimenti dal punto di vista di Dexter, di seguirlo in tutto il romanzo senza però riuscire a dare un volto all'assassino di Jessica.
La domanda: "E' stato Dexter ad uccidere Jessica?" rimane irrisolta finchè la risposta ci viene mostrata negli ultimi capitoli!

Non lo consiglio a chi cerca un libro dell'orrore, chi vuole un romanzo ricco di suspance! E' adatto a chi desidera un thriller "leggero", senza troppo impegno.

So che molti di voi attendevano questa recensione, spero di non avervi delusi!!


Alla prossima!!



Serena